Le Dimore del Quartetto

VILLA COSONA, PIENZA (SI)

Categorie , ,

La villa di Cosona è situata in aperta campagna nel comune di Pienza (Siena), su una collina posta al confine fra la Val d’Orcia e le Crete senesi, in un territorio classificato come patrimonio Unesco che offre un panorama incontaminato a perdita d’occhio.
L’origine del toponimo risale agli Etruschi (Cusna, kusunias), primi abitanti attestati nella zona. Il più antico documento scritto, dove si fa riferimento a Cosona come a un villaggio e a un castello, risale all’anno 828, epoca carolingia.
Nel Medioevo Cosona fu di proprietà della potente famiglia senese dei Tolomei che, avendo congiurato contro la Repubblica di Siena, dovette subire la distruzione del castello (1393). La pieve di Santa Maria a Cosona, situata lungo una direttrice viaria che collegava la via Francigena diretta a Roma alla via Lauretana diretta a Loreto, fu contesa fra i vescovi di Siena e di Arezzo.
Nel 1465 il cardinale di origine pistoiese Niccolò Forteguerri, imparentato con il pontefice Pio II, acquistò il castello, nella nuova forma di palazzo fortificato, dal re Ferdinando d’Aragona: da allora appartiene alla stessa famiglia, oggi Bichi Ruspoli Forteguerri.
La casa padronale è stata restaurata nelle forme attuali a inizio Novecento, dall’architetto senese Arturo Viligiardi.
Fino agli anni Settanta la tenuta è stata impostata sull’antico sistema della mezzadria, ed era il centro di una comunità di circa trecento persone, con la chiesa parrocchiale dedicata ai santi Laurentino e Pergentino, e la scuola. Famose erano le feste danzanti contadine, che attiravano partecipanti dalle zone limitrofe.
Nel 1996 alcuni scorci di Cosona sono stati immortalati nel film Il paziente inglese di Anthony Minghella, vincitore di 9 Premi Oscar.

www.cosona.it

LE PROPOSTE DI VILLA COSONA

Ilaria Bichi Ruspoli, proprietaria di Villa Cosona e guida turistica di professione, propone visite guidate in tutta la provincia di Siena, e in particolare nei cinque capoluoghi della Val d’Orcia e a Montepulciano. Vi porterà a scoprire le terre in cui è nata e vissuta, la loro storia, la loro arte e i prodotti enogastronomici.
Ilaria è pronta a collaborare con voi alla creazione di itinerari che catturino i vostri interessi. Il valore aggiunto di questi tour è dato dalla sua capillare conoscenza del contesto storico e delle dimore storiche private della regione. E’ infatti in grado di offrire la rara possibilità di includere di volta in volta, la visita a un parco, un giardino o una dimora storica privata.
Alcune delle esperienze che propone sono:

–  Visita di Pienza, dalla pieve romanica di Corsignano al rinascimento papale codificato nel palazzo Piccolomini, con il primo giardino pensile italiano.
–  Visita di San Quirico d’Orcia, antica tappa sulla Via Francigena, dalle chiese romaniche ai fasti cinquecenteschi degli  Horti Leonini e quelli barocchi legati alla famiglia Chigi.
Visita di Castiglion d’Orcia e della Rocca di Tintinnano, massiccio baluardo panoramico dominante la Val d’Orcia.
– Visita di Radicofani, borgo di roccia vulcanica dominato dalla torre che fu di Ghino di Tacco.
Visita di Montepulciano, la Perla del Cinquecento, dal tempio di San Biagio ai palazzi del centro storico.
Visite sui set dei film famosi (Il Gladiatore, il Paziente Inglese).
– Visita inedita di Siena e delle sue contrade.

L’agriturismo dispone di 7 appartamenti indipendenti, per un totale di 33 posti letto, tutti dotati di cucina e spazi esterni nel verde.
Da fine maggio a fine settembre mette a disposizione dei propri ospiti la piscina panoramica comune.

Gli appartamenti:

La Quinta: Appartamento al primo piano per 2 persone, ideale per un soggiorno romantico. Nelle belle giornate è possibile mangiare nel giardinetto indipendente, o sul ballatoio panoramico con vista sulla Val d’Orcia e Pienza su cui affacciano la cucina e il salone.

Casa Leoncini: Appartamento al piano terra, adatto a una coppia, a una famiglia con due bambini/ragazzi, o a tre adulti. È composto da un grande soggiorno con camino e zona pranzo, cucina, camera matrimoniale, cameretta e due bagni. Adiacente all’appartamento è disponibile uno spazio nel verde per mangiare all’aperto.

La Scuola: Appartamento per 2 persone ricavato dalla vecchia scuola di campagna. I pavimenti in cotto ed il soffitto con volta a vela sono quelli della tradizione rustica toscana. Affaccia su una grande terrazza con vista panoramica sulle Crete della Val D’Asso. 

Casa Bruna: Appartamento per 4 persone al primo piano. Era l’abitazione della maestra della scuola di Cosona. Le camere da letto affacciano sulle Crete della Val d’Asso.

Guidoccio: Appartamento per 4 persone al primo piano. Si compone di: grande salone con camino, piccola cucina, camera matrimoniale, camera a due letti, due bagni con doccia, loggetta esterna dove è possibile mangiare all’aperto

La Cappella: Appartamento al primo piano per 6 persone. Si compone di un grande soggiorno con camino e angolo cottura, tre camere da letto e tre bagni. Si affaccia su un giardino panoramico dove è possibile mangiare all’aperto. 

Il Poggiolo: E’ l’appartamento più grande dell’agriturismo e può ospitare fino ad 11 persone. Si affaccia su una grande aia panoramica con vista su Montalcino, dove è possibile mangiare all’aperto. Si trova negli immediati pressi della piscina.

ilariabichiruspoli@gmail.com

Ilaria ci racconta Pienza

Pienza (2.000 abitanti, sita in Val d’Orcia, in provincia di Siena) mantiene salda l’identità di città ideale, a misura d’uomo. Antico borgo etrusco, chiamato Corsignano dall’epoca romana, viene menzionata in una novella del Boccaccio…

ILARIA BICHI RUSPOLI


Ho avuto il privilegio di crescere fra Pienza, Montepulciano e Siena, luoghi unici impregnati di storia, di arte e soprattutto di bellezza paesaggistica, diventati per me valori primari alla base di una vera e propria professione. Lavoro come guida sul territorio provinciale e sarò felice di darvi consigli o di accompagnarvi personalmente alla scoperta dei molti tesori della mia terra.”

Così si descrive Ilaria Bichi Ruspoli, una dei proprietari di Villa Cosona, la cui professione è proprio quella di guida turistica e storica dell’arte, inoltre consigliera dell’Associazione Dimore Storiche Italiane, delegata per la provincia di Siena.
In virtù del suo profondo legame a questo angolo di Toscana, si propone agli amici de Le Dimore del Quartetto come “guida di atmosfere storico-artistiche”.

Vuoi scoprire tutte le proposte delle Dimore?