Le Dimore del Quartetto

QUATUOR MONA, FRANCIA

Categorie ,
Verena Chen, violino
Charlotte Chahuneau Née le, violino
Arianna Smith, viola
Alessandra Doninelli, violoncello

Il Quatuor Mona è stato lodato da ClassiqueNews per avere “un’energia ineguagliata nel genere quartetto d’archi. La comunicazione è così viva e bella da vedere, danno generosamente al pubblico la possibilità di accedere a tutti gli splendori della partitura“.  Rappresentano l’unità di background di diverse nazionalità, creando  così un loro linguaggio universale. Il quartetto è anche il primo quartetto tutto al femminile a far parte del prestigioso roster New Generation Artists della BBC Radio 3 di Londra per le stagioni 2021-23.
Bertrand Boissard di Diapason ha elogiato il quartetto per la sua interpretazione del Quartetto di Germaine Tailleferre: “imprimendo un grande dinamismo a questa semplice fantasia, tutto nel rendere giustizia alla sua flessibilità, al suo tenero lirismo e alle sue ombre furtive. Con uno stile convincente e molta vitalità: non perdetele di vista“. Tristan Labouret di Bachtrack ha descritto come “le quattro musiciste hanno saputo variare i caratteri e far circolare le diverse energie, passando con disinvoltura dalla delicatezza del movimento centrale alla ruvidezza del finale.

Fondato nel 2018 al Conservatoire National Supérieur de Musique de Paris, il Quatuor Mona si è subito imposto nella capitale francese esibendosi in luoghi come la sala Pierre Boulez della Philharmonie de Paris, il Petit Palais, Salle Cortot, lo Studio 104 di Radio France, oltre ad essere presente in “Générations France Musique”. Nel 2020, sono stati selezionati tra i giovani quartetti più promettenti del mondo per esibirsi alla Biennale del Quartetto d’Archi alla Cité de la Musique.

Nella stagione 2021/22, il quartetto si esibirà alla Elbphilharmonie Hamburg, alla Brucknerhaus Linz, alla Biennale de la Philharmonie de Paris, alla Philharmonie de Luxembourg accanto a Jean-François Zygel, all’Icking Festival e ai Concerts de Poche con il Quatuor Modigliani. Il quartetto ha collaborato con artisti come Emmanuel Pahud, Abdel Rahman El Bacha, Paul Meyer, Philippe Graffin e Marie-Joseph Jude, ed è diventato ufficiosamente il quartetto in residenza al Festival di Salon-de-Provence.

Recentemente si sono anche esibiti al Festival Internazionale di Edimburgo, ai Rencontres Musicales d’Évian alla Grange au Lac, ai Quatuors à Bordeaux, all’Heidelberger Frühling Festival, ai Preludes de Pont Aven, a Les Vacances de Monsieur Haydn, al Festival Debussy e al Festival de Dinard. Affascinato dal loro talento dopo il loro debutto a Musique à Flaine, il pianista e compositore Abdel Rahman El Bacha ha dedicato il suo pezzo “Prélude à cordes” al giovane quartetto e li ha invitati ad esibirsi al Teatro Reale di Bruxelles, trasmesso in diretta su Musiq3 durante il Festival Classissimo.

Nel 2019, il quartetto è stato nominato Artista in Residenza presso ProQuartet a Parigi, la Fondazione Villa Musica in Germania, Le Dimore Del Quartetto in Italia, Live Music Now e la Escuela Reina Sofia di Madrid con Günther Pichler (Alban Berg Quartet). Dalla sua formazione, il quartetto ha lavorato con maestri come Luc-Marie Aguera (Quatuor Ysaÿe), François Salque, Jérôme Pernoo, Quatuor Modigliani, Mathieu Herzog (Quatuor Ebène), Valentin Erben (Alban Berg String Quartet), Rainer Schmidt (Hagen Quartet) e Martin Beaver (Tokyo String Quartet). 

Il  quartetto è stato premiato al Terzo Tremplin Annuale della Philharmonie de Paris e col  Prix de l’Orangerie de Sceaux e il Prix du Méjan in occasione della loro partecipazione al Festival Ravel a Saint-Jean-de-Luz.

www.quatuormona.com