MUSA | I QUARTETTI SELEZIONATI PER LA PRIMA TAPPA IN ITALIA

Sono quattro i quartetti selezionati che partecipano al programma MUSA – European young MUsicians soft Skills Alliance in Italia, a Milano dal 18 al 24 aprile 2021: una settimana di workshop a cura di IED – Istituto Europeo di Design, residenza artistica e concerti, durante la quale i musicisti lavorano sulla propria strategia di immagine con docenti, fotografi, videomaker e stylist professionisti.

Ecco i nomi dei quartetti selezionati:

ÃTMA QUARTET

POLONIA

Katarzyna Gluza, violino
Paulina Marcisz, violino
Karalina Orsik-Sauter, viola
Edyta Słomska, violoncello

L’Ãtma Quartet, formato nel 2016 da quattro diplomati di accademie musicali polacche, prende il suo nome dalla parola Sanscrita “anima”. Il quartetto è stato premiato in diverse competizioni internazionali e ha studiato con acclamati quartetti d’archi come Emerson, Alban Berg, Kuss, Jerusalem, Ysaÿe e Artemis, e molti atri rinomati ensembles e solisti. Oltre ad un’intensa attività concertistica in Polonia, l’Ãtma Quartet si è esibito al Davos Festival in Svizzera, Quatuors à Bordeaux in Francia, Zeist Music Days nei Paesi Bassi, Musethica in Spagna, con l’obiettivo di rendere più popolare la musica da camera e compositori polacchi. Dal 2018 il Quartetto sta partecipando attivamente al progetto de Le Dimore del Quartetto. L’ensemble ha anche preso parte al programma French ProQuartet.

READ MORE

BELINFANTE QUARTET

OLANDA

Olivia Scheepers, violino
Fiona Robertson, violino
Sophie Vroegop, viola
Pau Marquès i Oleo, violoncello

Il Belinfante Quartet si è formato nel 2016 ed è correntemente un quartetto in residenza alla Netherlands String Quartet Academy di Amsterdam. Si sono esibiti in festival attraverso l’Europa tra cui la Strijkkwartet Biënnale ad Amsterdam, l’Internationaal Kamermuziek Festival Utrecht e il Tiberius Festival in Romania. I recenti impegni includono una performance allo Spiegelzaal del Concertgebouw. Durante il Delft Fringe Festival 2019, hanno collaborato con l’artista visivo Jordi Cárdenas Lozano per creare una performance in cui la musica di Leoš Janáček era accompagnata da  astratte e poetiche slide proiettate, grazie alla quale hanno vinto il  Delft Chamber Music Festival Award 2019. Il nome del quartetto onore Frieda Belinfante, una violoncellista e prima direttrice d’orchestra professionista donna in Europa.

dimore quartetto momentum quartet 2

MOMENTUM QUARTET

NORVEGIA

Anna Kolby Sonstad, violino
Maren Ohm Ballestad, violino
Nora Elida Svendsen Kvam, viola 
Iver Bunkholt, violoncello

Il Momentum String Quartet è un ensemble norvegese composto da 4 giovani musicisti che suonano insieme dal 2019. Il quartetto frequenta la Norwegian Academy of Music e dalla sia formazione ha frequentato numerose masterclass: la Trondheim International Chamber Music Competition Academy, la Voksenåsen Summer Academy, la Young Quartet Series e il UKS Quartet Seminar. L’ensemble ha suonato in numerosi festival norvegesie ha vinto il primo premio a livello regionale della Music Competition for Youth, così come il chamber music prize e il Midgard prize alla Midgard Competition.

 

SELINI QUARTET

AUSTRIA

Nadia Kalmykova, violino
Ljuba Kalmykova, violino
Loredana Apetrei, viola
Loukia Loulaki, violoncello

Il Selini Quartet prende in prestito il suo nome dalla Dea Selini, la Dea della luna. Venendo dalla Russia, dalla Romania e dalla Grecia, i quattro musicisti si conoscono a Vienna, dove nel 2017 formano il Quartetto. Sono stati invitati ad esibirsi in alcune delle più importanti sale da concerto viennesi , tra le quali il Musikverein, Vienna Konzerthaus, Schuberthaus, Beethoven Museum e ORF RadioKulturhaus. All’estero sono apparsi Germania, Grecia, Francia, Italia, Norvegia, Svizzera, Repubblica Ceca, Polonia, Portogallo, UK, Belgio e Turchia. Per la stagione 2020-2022 sono stati selezionati per rappresentare la scena musicale austriaca nel mondo, attraverso il programma “NASOM-New Austrian Sound Of Music”. Sono anche membri dell’ECMA, de Le Dimore del Quartetto, Musethica e la Quatuor Diotima’s Academy. 

READ MORE

The European Commission’s support for the production of this publication does not constitute an endorsement of the contents, which reflect the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.