Le Dimore del Quartetto

VILLA I CEDRI, FIRENZE

Categorie , ,

La Villa I Cedri venne edificata nel ‘500 su un preesistente nucleo trecentesco che originariamente era di proporzioni ridotte rispetto alle attuali. La proprietà fu prima dei Bardi e successivamente della Compagnia di Gesù.
Nel 1765, in seguito alla soppressione dei beni della chiesa, la villa fu acquistata da Giovanni di Antonio Corsi. Fu proprio in questo periodo che i marchesi Corsi ingrandirono la villa conferendole l’aspetto attuale: venne costruita la facciata e il grande salone centrale ornato da finissimi stucchi e da due affreschi di Giuseppe del Moro.
Nel 1834 la villa fu acquistata dal capitano scozzese Samuel Charters che in seguito la vendette alla signora Lennox, vedova Light. Venne realizzato il parco con stupendi cedri ed i prati all’inglese che portarono la villa ad assumere un aspetto non più tradizionale toscano, ma più vicino al gusto inglese.
In quel periodo in Inghilterra, seguendo la moda del Grand Tour, si stava diffondendo la consuetudine del viaggio inteso come fonte di educazione superiore. Villa I Cedri divenne quindi luogo di incontro tra la nobiltà fiorentina ed i nobili inglesi in visita a Firenze. Infatti, nel 1883 fu ospite nella villa la Regina d’Inghilterra, moglie di Giorgio V del Regno Unito, Mary di Teck.


VUOI RICEVERE ULTERIORI INFORMAZIONI SU QUESTA DIMORA? COMPILA LA RICHIESTA