Le Dimore del Quartetto

ORTO BOTANICO, PALERMO

Categorie , ,

L’Orto Botanico di Palermo è un’istituzione museale e didattico-scientifica del Centro Servizi del Sistema Museale dell’Università di Palermo, che vi ha sede. Ospita una biblioteca, una sede congressi e numerosi spazi espositivi.

L’origine dell’Orto Botanico di Palermo risale agli ultimi decenni del XVIII secolo, epoca in cui ebbe inizio nel Regno di Sicilia una fase storica connotata da numerose riforme culturali. Un evento determinante fu, nel 1779, la fondazione della Regia Accademia degli Studi di Palermo, corrispondente all’attuale Università: con l’istituzione della cattedra di Storia naturale e Botanica, l’Accademia ottenne dal Senato cittadino il potere di usufruire di un modesto appezzamento di terra per destinarlo ad Orto botanico, che servisse alla coltivazione delle piante medicinali utili all’insegnamento.

Nel 1795, venne inaugurata la nuova sede che si estendeva su uno spazio di soli 12.000 metri quadrati circa. Il giardino era corredato da fontane e vasche, fra cui il magnifico Aquarium ed, in seguito, venne impiantato un boschetto esotico ed il Giardino d’inverno. Successivamente fu annesso lo stradone che separava l’Orto dalla villa adiacente, Villa Giulia. Seguì un periodo marcato dal malgoverno, dalla speculazione e dall’ostruzionismo delle autorità locali che non permisero l‘ampliamento dell’orto, concessione che venne autorizzata solo nel 1906. In quell’anno, l’Orto Botanico assunse l’assetto attuale e pochi anni dopo venne creato il Giardino coloniale.


PER CHIEDERE LA DISPONIBILITÀ COMPILA IL MODULO
*
*
*