Le Dimore del Quartetto

BELLEFEUILLE QUARTET

Categorie ,
SOPHIE GUILLE DES BUTTES, VIOLINO
DAVID FOREST, VIOLINO
HERVÉ BLANDINIÈRES, VIOLA
ENGUERRAND BONTOUX, VIOLONCELLO

Nel 2015, quattro giovani musicisti della Regional Music School of Boulogne Billancourt – che si trova in rue de la Bellefeuille 22 – hanno fondato il quartetto Bellefeuille, in omaggio al loro luogo d’incontro. Sono entrati nella classe di musica da camera di Aline Bartissol e nel 2016 hanno ottenuto il DEM con le lodi della giuria. Con questa formazione hanno trovato l’equilibrio ideale tra espressione personale e forza di gruppo.
Nel 2017 il Il quartetto è stato costretto a separarsi a causa della distanza geografica: due membri sono stati ammessi alla National Music School di Parigi mentre gli altri due sono stati ammessi alla scuola di Lione. Dopo alcune avventure, il quartetto si è riunito di nuovo presso l’accademia Flaine 2018 e ha deciso di ripartire. L’ensemble ha perfezionato il proprio lavoro con Yovan Markovitch, Jean Sulem e Xavier Gagnepain, si è poi unito alla classe di Luc-Marie Aguera al CRR di Parigi.
Da allora, il quartetto Bellefeuille si è esibito regolarmente su palcoscenici a livello nazionale. A Clamart, ha eseguito estratti da “Ainsi la Nuit” come parte di un tributo a Henri Dutilleux. Alla scuola di musica regionale di Boulogne-Billancourt ha eseguito il quartetto “Sunrise” di Haydn. È stato invitato a suonare il secondo quartetto di Borodine al Music Festival di Flaine e il quartetto di Beethoven op.18 n °4 al Beethoven Festival della Regional Music School di Parigi. La Philharmonie de Paris ha ospitato il quartetto per eseguire “The Hunt” di Mozart come preludio ai concerti dell’Orchestre de Paris. Il gruppo ha arricchito e diversificato il suo repertorio con Bartok, Schumann e Ravel. Quest’estate è stato invitato a partecipare al Festival dei Monts de la Madeleine e al Festival dell’associazione Arcades Musiques.
Nel 2019, è stato selezionato per entrare a far parte della rete di Le Dimore del Quartetto.

Sophie Guille des Buttes suona un violino di Jean-Baptiste Vuillaume (Parigi, 1845). David Forest suona un violino di Nicolas-Auguste Mougenot (Mirecourt). Hervé Blandinières suona una viola di Jean-Louis Prochasson (Tours, 2016). Enguerrand Bontoux suona un violoncello dai fratelli Fiscer (Milano, 1780).